Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Cosa sono le Opzioni Binarie

Le opzioni binarie sono uno strumento finanziario che negli ultimi tempi sta prendendo particolarmente piede, vista anche la facilità d’utilizzo, che non richiede necessariamente esperienza pregressa nel mondo dei broker o i mercati finanziari in generale.
Questo tipo di azioni vengono chiamate comunemente anche “azioni tutto o niente” o opzioni a reddito fisso; in questo genere di strumenti il guadagno non si calcola su base differenziale, ovvero sulla differenza che, a fine seduta, intercorre tra l’effettivo valore di mercato in chiusura e il prezzo d’acquisto, ma viene determinato in via anticipata al momento dell’acquisto delle azioni.

Si tratta di una sorta di gioco di scommesse, in cui se l’investitore indovina la puntata vince il piatto completo, altrimenti niente; le puntate su questo genere di opzioni posso essere fatte a diversa scadenza, sul breve o lungo periodo, a discrezione dell’investitore ed essendo le tempistiche relative, i periodi sono diversi rispetto a un’opzione tradizionale. Per quanto riguarda le opzioni binarie, ci si riferisce a scadenze orarie, giornaliere o al massimo mensili. L’investitore sa già nel momento della stipula del contratto d’acquisto quanto guadagnerà in caso la giocata vada a buon fine e il rendimento è stato fissato in valori tra il 70 e l’85%: l’investitore al momento dell’acquisto deve dichiarare se, in base alle sue previsioni, il titolo subirà un rialzo o un ribasso rispetto prezzo iniziale. Se la sua previsione sarà stata quella corretta, guadagnerà una percentuale pari a quella pattuita in fase contrattuale calcolata sull’investimento iniziale, altrimenti perderà tutto quello che è stato puntato; le due operazioni vengono chiamate Putt (nel caso in cui si scommette che il prezzo finale sia inferiore a quello iniziale) e Call (viceversa, si scommette sia maggiore).

Ma oltre a questa modalità, ce ne sono altre due meno comuni, perché il rischio è sicuramente maggiore: le tocca o non tocca, dove l’investitore scommette che prima della scadenza l’opzione abbia raggiunto ( o non abbia raggiunto) una certa soglia di valore durante tutto il periodo in cui l’opzione è aperta; infine c’è la modalità intervallo, che restringe maggiormente le possibilità di successo dell’investitore, perché al momento della firma del contratto deve fissare un valore minimo e un valore massimo entro cui l’opzione dovrà mantenersi per avere successo.

Per negoziare questo tipo di opzioni occorre rivolgersi a brokers specializzati nel settore, facendo attenzione di rivolgersi a un broker sicuro: purtroppo questo è un mercato ancora giovane e in evoluzione, motivo per cui ci sono ancora pochi broker affidabili che offrono le necessarie garanzie di negoziazione digitale delle opzioni.

L’apparente facilità di questo sistema di trading non deve trarre in inganno, perché se è vero che il meccanismo si può racchiudere in una domanda facilissima “positivo o negativo?” e non è necessario un know how approfondito del trading e dei mercati finanziari, è bene non cadere in percentuali eccessivamente alettanti, ma informarsi meglio sul tipo di opzione che si sta andando ad acquistare e sul broker cui ci si sta rivolgendo.
Con questo sistema le possibilità di guadagno sono del 50%, una percentuale elevata se si contestualizza all’interno dei mercati finanziari, che spiega quindi il successo che queste opzioni stanno velocemente raggiungendo, conquistando fette sempre maggiori di fruitori.
Con le opzioni binarie si può facilmente pianificare una strategia di investimento, ma soprattutto di guadagno, dal momento che l’investitore conosce fin da subito quale sarà la percentuale di guadagno o di perdita sull’opzione binaria di riferimento. Se l’opzione va nel verso giusto, la monetizzazione è immediata e l’investitore incassa immediatamente quanto preventivato, indipendente se il movimento sia stato di poche unità o di molte unità..

Ma bisogna sempre considerare anche l’altro lato della medaglia, ossia che sì, è vero che le possibilità di successo sono del 50%, ma l’altro 50% rappresenta le possibilità di insuccesso che non bisogna mai sottovalutare nel computo dei pro e dei contro che bisogna necessariamente tenere in considerazione quando ci si immette attivamente nei mercati finanziari, specialmente se si è alle prime esperienze nel settore.

Prima di buttarsi in una simile esperienza, è comunque consigliabile informarsi prima sulle possibili strategie attuabili e sulle metodologie più indicate o consigliate per ridurre al minimo la possibilità di perdita: c’è comunque da tener presente che con questo tipo di opzioni il fattore “fortuna” influisce particolarmente, visti anche i tempi di scadenza a breve e brevissimo termine e bisogna quindi non farsi mai prendere eccessivamente la mano, ma ponderare ogni investimento.